Ad Anguilla arriva il vaccino per il Covid-19 nel gennaio 2021

*Tra le prime isole caraibiche a ricevere e distribuire vaccini*

I funzionari del Ministero della Salute e dell’Autorità Sanitaria di Anguilla hanno comunicato l’arrivo  ad Anguilla dei vaccini COVID-19, in seguito all’impegno del Regno Unito di includere Anguilla e gli altri territori d’oltremare nell’approvvigionamento. I vaccini sono previsti sull’isola già dal 19 gennaio 2021.

“Anguilla ha avuto solo sei casi di COVID-19 e nessun decesso fino ad ora, ma, dal momento che accogliamo visitatori da destinazioni da tutto il mondo, comprese quelle in cui il virus è diffuso, Anguilla continua ad essere molto vulnerabile”, ha dichiarato l’Onorevole Segretario Parlamentare, Quincia Gumbs-Marie. Ha concluso dicendo “Tuttavia, con i protocolli di test che abbiamo messo in atto, le nostre strutture sanitarie pubbliche potenziate, e ora l’introduzione del vaccino COVID-19 a gennaio, siamo fiduciosi nella nostra capacità di gestire, trattare e contenere con successo ed efficienza, qualsiasi emergenza che possa verificarsi riguardante il virus”.

Nella attuale riapertura denominata “Fase 2 di Anguilla”, iniziata il 1° novembre, i visitatori dell’isola, compresi quelli che soggiornano nei resort per brevi periodi di una o due settimane, possono sperimentare un’ampia gamma di attrazioni, tour ed escursioni approvate in tutta sicurezza. Gli ospiti possono cenare in ristoranti che fanno parte della cosiddetta “bubble”, tra cui Blanchards, Straw Hat, Ember e Mango’s; è possibile fare una partita di golf al campo progettato da Greg Norman al CuisinArt Golf Resort; oppure godersi un tramonto memorabile o veleggiare a bordo del Tradition, un classica imbarcazione chiamata “sloop” delle Indie Occidentali; è inoltre possibile godersi le sempre popolari escursioni in mare aperto a Little Bay, Sandy Island, Scilly Cay e Prickly Pear, compresi i pranzi privati.

A disposizione dei turisti vi è una grande varietà di sport acquatici, le immersioni subacquee, la pesca sportiva e il kayak, i pedalò, le gite in barca con il fondo di vetro, i Sunfish e gli Hobie Cats. E per gli amanti del fitness, sono disponibili anche allenamenti in spiaggia, yoga, lezioni di spin, pilates o lezioni private di fitness. Ulteriori attività vengono aggiunte settimanalmente, man mano che i fornitori di servizi vengono certificati; gli ospiti dovranno chiedere le informazioni dettagliate al loro resort.  Sono richieste prenotazioni anticipate, effettuate tramite il concierge dell’hotel o la direzione della villa; per gli spostamenti si potranno utilizzare taxi e auto pubbliche certificati e approvati.

Il Presidente dell’Anguilla Tourist Board, Kenroy Herbert, ha dichiarato   “Abbiamo lavorato molto duramente con i Ministeri del Turismo e della Salute per trovare la soluzione migliore e più innovativa per i nostri ospiti, per rendere l’esperienza ad Anguilla la più gratificante possibile. Il nostro approccio bilancia la duplice priorità ovvero quella di proteggere la salute e la sicurezza dei nostri ospiti e dei nostri residenti, fornendo al tempo stesso l’eccezionale esperienza di vacanza per cui siamo conosciuti”.

Durante la “Fase 2” tutti i visitatori sono i benvenuti, a condizione che soddisfino i requisiti di approvazione prima dell’ingresso.  I visitatori che intendono recarsi ad Anguilla devono visitare il sito web dell’Anguilla Tourist Board, compilare e inviare il modulo di autorizzazione al viaggio; successivamente un tutor dedicato guiderà ogni richiedente attraverso l’iter burocratico.  È richiesto un tampone nasofaringeo negativo eseguito da tre a cinque giorni prima dell’arrivo, insieme a un’assicurazione sanitaria che copra i viaggiatori a livello internazionale (che compreso il trattamento COVID), e a tutti i visitatori verrà somministrato un test all’arrivo.  Gli ospiti sono tenuti a rimanere nelle loro stanze presso la struttura ospitante fino a quando non riceveranno il risultato del test somministrato all’arrivo, che di solito avviene entro 24 ore. Con il risultato negativo del test, gli ospiti sono quindi liberi di effettuare le prenotazioni e di intraprendere le escursioni e le attività approvate.

Gli ospiti che soggiorneranno più a lungo, dai 14 giorni e più, sono tenuti a sottoporsi a un secondo test il 15° giorno della loro visita (poiché il primo giorno di permanenza sul posto richiesto è il giorno successivo al loro arrivo).  Se il risultato del test è negativo, sono quindi liberi di noleggiare un veicolo e di girare per l’isola da soli.

Attualmente Anguilla ha la classificazione di “No Travel Health Notice”: Rischio molto basso per COVID-19″ del Centro per il controllo delle malattie (CDC) (https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/travelers/map-and-travel-notices.html)